Angelica Saggese: tenere alta l’attenzione sul tema della corruzione

saggesecantone«Come si combatte la corruzione?» La senatrice del Pd ne discuterà lunedì 27 marzo, a Sant’Angelo dei Lombardi, con il presidente dell’Anac Cantone

«La corruzione si combatte anche tenendo alta l’attenzione sul tema. È necessario parlarne alla gente, bisogna andare nelle scuole e discuterne con i ragazzi. Perché oltre alle misure repressive, oltre all’intervento legislativo, serve, così come per le mafie, puntare sull’aspetto sociale e culturale della questione». Ad affermarlo è la senatrice del Pd Angelica Saggese. Che lunedì 27 marzo, alle 10, ne discuterà, tra gli altri, con il presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone. L’incontro, dal titolo «Come si combatte la corruzione? Strategia per un’Italia migliore», si terrà presso l’I.I.S.S. Francesco De Sanctis di Sant’Angelo dei Lombardi.

«Dobbiamo far capire alle persone quali sono i mali della corruzione, perché troppo spesso restano oscuri. Se, dopo anni di impegno, abbiamo chiaro cosa fa la mafia e quali sono le conseguenze dell’atteggiamento mafioso – spiega Saggese – non abbiamo ancora chiaro, o comunque sottovalutiamo, quali possono essere gli aspetti devastanti della corruzione per il singolo cittadino». La questione, infatti, è delicata. Mentre è in corso la revisione del Codice degli appalti, secondo la senatrice Pd non c’è sufficiente contezza di cosa è la corruzione e di quali risvolti essa può avere: «La corruzione, in tutte le forme nelle quali si esplica, sembra qualcosa che non ci tocca direttamente. Invece genera fenomeni allarmanti, quali distorsioni del mercato, devianze, concorrenza sleale, prevaricazione dell’uno sull’altro. Tutti fattori che incidono sulla vita di ogni singolo cittadino. È per questo – conclude – che occorre fare un’opera di divulgazione e tenere alta l’attenzione».

Alla tavola rotonda prenderanno parte, oltre a Saggese e a Cantone, il sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi, Rosanna Repole, il dirigente scolastico Giovanni Ferrante e il presidente dei Giovani Industriali, Massimo Iapicca. Modera il dibattito il responsabile della redazione di Avellino de Il Mattino, Generoso Picone.

Commenti chiusi